Solidarietà in rete - Famiglie per le famiglie

“Io non credo che il volontariato vada inteso come produttore ed erogatore di servizi soltanto. Intanto è generatore di coscienza critica, è fattore di cambiamento della realtà, più che titolare di un assistenzialismo inerte. […]
Il volontariato è chiamato a schierarsi. Non può rimanere neutrale. Non deve essere pacificato. Pacifico, sì, non violento. Deve saper cogliere il significato conflittuale della povertà.
Non gli è consentito di starsene buono in un angolo […]
Non gli è lecito mantenersi equidistante […]
Questa nuova visione planetaria, che ci fa scorgere come i più poveri sono sempre più numerosi mentre i ricchi diventano sempre più ricchi e sempre di meno, deve spingere il volontariato a decidersi da che parte stare:
se vuole che la sua posizione sia demolitrice delle strutture di peccato, o rimanga invece una semplice opera di contenimento e di controllo sociale, di utile ammortizzatore, tutto sommato funzionale al sistema che tali sperequazioni produce e coltiva".”

(Don Tonino Bello, da "Chiesa di parte")

In Evidenza - Appello per un’Europa che sia spazio di libertà, sicurezza e giustizia per tutti,

Il 16 e 17 Giugno si è svolto a Bardonecchia un incontro promosso da. Asgi. Re.Co.sol Move (per Cambiare l'Ordine delle Cose) Tous Migrants su: "Forum Internazionale sulla riforma del sistema asilo in Europa Accoglienza, solidarietà e libera circolazione delle persone". L'incontro molto partecipato con realtà presenti da tutta Italia e dalla vicina Francia hanno lanciato il seguente Appello

 

(Foto scattata nel mese di marzo 2004 a Niamey Niger F. Guerra Recosol)

Scarica PDF


VolontariaMo   Parrocchia di San Cesario   Progetto Insieme   Fondazione Migrantes   Oratorio di San Cesario   Banco Alimentare

© 2014 Solidarietà in rete. All Rights Reserved.